Nonn si placano le polemiche per l’arbitraggio di Fiorentina – Inter, soprattutto per quanto riguarda l’espulsione di Nico Gonzales, nei minuti finali della partita, apparsa troppo pesante e forse ingiustificata. Vediamo l’analisi del nostro esperto di regolamento, Mister Var.

MINUTO 24: Sul gol della Fiorentina viene chiamato in causa il VAR, per valutare il duello fra Skriniar e Nico Gonzalez. L’entità del fallo non è abbastanza evidente per cambiare la decisione. Rimane la decisione presa in campo dall’arbitro Fabbri. Decisione tutto sommato giusta perchè Skriniar, accentua la caduta per guadagnare il calcio di punizione.

MINUTO 37: Proteste sentite da parte di Lautaro, per un presunto tocco di mano in area di rigore di Biraghi. Il VAR, interviene e comunica all’arbitro che il tocco di mano c’è stato ma all’esterno dell’area di rigore. Viene quindi confermata la rimessa laterale.

MINUTO 38: Autogol di Nastasić, annullato per fuorigioco di Perisić, autore del cross. Decisione presa dall’assistente, confermata dal VAR.

MINUTO 52: Silent check del VAR, sul gol del pareggio dell’Inter. Tutto buono: Darmian viene tenuto in gioco da Benassi.

MINUTO 78: Espulsione di Nico Gonzalez per secondo giallo in 30 secondi. Il metro di giudizio molto controverso e contraddicente utilizzato dall’arbitro Fabbri, ha dato alla testa a Nico Gonzalez, che preso da una raffica di adrenalina, applaude ironicamente al direttore di gara, dopo aver preso la prima ammonizione per proteste pochi istanti prima.

GIUDIZIO: L’arbitro Fabbri, ha dimostrato di essere un arbitro mediocre, valutando spesso falli simili con modalità diverse. Un perfetto esempio, è il fallo al limite dell’area commesso da Milenković giudicato da calcio di punizione ed i continui affronti di Skriniar, sanzionati col giallo solo dopo le proteste da parte dei tifosi viola presenti sulle tribune dello stadio Franchi.

Voto all’Arbitro:

Federale: 8.30

Tradotto: 4 1/2

Leave a Reply

  • (not be published)