Dragowski 7 (Il più in palla)

Salva il risultato in due occasioni, quelle che hanno visto protagonisti Beto e Deulofeu, e compie anche grandi passi avanti nella gestione del pallone con i piedi. Se la Fiorentina ha portato a casa i 3 punti deve gran parte del merito a lui.
Odriozola 6.5
Spinge tanto sulla fascia destra e per poco non serve l’assist del possibile 2-0 di Vlahovic. Uno dei migliori anche là dietro dove riesce a limitare, per quanto passibile un Deulofeu in grande spolvero.
Quarta 6+
Si fa ammonire ingenuamente e rischia anche di farsi espellere, ma nonostante ciò riesce a respingere bene le offensive avversarie, sempre con la sua solite irruenza da calcio d’oltreoceano.(Dal 66′ Nastasic 6. Entra per difendere e lo fa bene)
Milenkovic 7
The Wall. Oggi si è rivisto il buon vecchio Nikola che in 90′ perde soltanto un duello con Beto. Perfetto negli interventi e grande personalità. Un vero leader.
Biraghi 6
Prende una botta nello stomaco e resta in campo il più possibile nonostante questo problema. Partita di gestione e di corsa.
(Dal 60′ Terzic 6. Esordio in campionato per lui. Dà una mano nella gestione del risultato)
Duncan 6.5
Il solito trattore. Recupera tanti palloni e aiuta nelle due fasi in maniera ottima. Possiamo dire di aver recuperato un giocatore che lo scorso anno sembrava fuori dal progetto viola.
(Dal 65′ Maleh 6. Corre anche su palloni non suoi e mette altri minuti nelle gambe che alla lunga possono risultare utili per Italiano, visti i numerosi impegni che ci aspettano)
Torreira 6.5
Detta i tempi, recupera palloni e dà equilibrio. Sembra crescere di partita in partita ed entrare sempre di più nei meccanismi del mister.
(Dal 83′ Igor 6. Anche lui come gli altri aiuta a difendere il risultato nei minuti finali)
Bonaventura 6+
Oggi meno appariscente, ma si procura il rigore che ci ha permesso di portare a casa i 3 punti. Imprescindibile.
(Dal 65′ Amrabat 6+. Entra e tiene tanti palloni; li tiene lui, non lo fanno gli altri, e fidatevi che non è facile portargliela via.
Saponara 6 (Il meno in palla)
Si smarca bene nelle ripartenze, ma gli manca il guizzo che un esterno come Sottil o Gonzalez, potrebbe avere. In ogni caso aiuta bene il centrocampo e si merita la sufficienza.
Vlahovic 6.5
Segna il rigore e si sbatte lottando su ogni pallone gettato là davanti. Un guerriero in mezzo alla difesa avversaria.
Callejon 6+
Arriva sfinito al 90′, dà tutto quello che ha anche in fase di non possesso e in copertura. Si merita il + per il grandissimo impegno.
Italiano 6.5
Prepara bene il match contro un avversario che ha nella sua filosofia un approccio difensivo e la ripartenza in contropiede. La squadra riesce a passare in vantaggio nel primo tempo ed a gestire il risultato fino alla fine con le unghie e con i denti, anche grazie alle scelte studiate dalla panchina.

Il nostro collaboratore Jacopo Massini

Jacopo Massini

Leave a Reply

  • (not be published)