Roberto Benigni e il suo “figlio unico”: guardate quanto è cresciuto, ha seguito le sue orme

Il “figlio unico” di Roberto Benigni: l’attore lo ha reso famoso per un ruolo indimenticabile, ma adesso sta facendo la sua strada.

Roberto Benigni e Giorgio Cantarini
Roberto Benigni e nel riquadro Giorgio Cantarini (Fiorenzaoggi.it)

Quanti di voi al nome di Giorgio Cantarini si ricorderanno di chi stiamo parlando e quanti invece si chiederanno chi sia? Eppure il volto di questo ragazzo, oggi cresciuto essendo nato nel 1992, è stato ed è popolarissimo, perché – per così dire – è stato il “figlio unico” di Roberto Benigni. Chiaramente questo è avvenuto su un set cinematografico di un film rimasto impresso nella memoria collettiva.

Benigni infatti non ha figli, ma chi di voi quasi 30 anni fa non è andato al cinema a vedere “La vita è bella”, il più fortunato e intenso dei film dell’attore e regista toscano? Era il 1997 quando la pellicola uscì nelle sale nel momento di maggior successo per Roberto Benigni: aveva girato tre commedie come Il piccolo diavolo, Johnny Stecchino e Il Mostro, lavorando per Jim Jarmusch, Federico Fellini e Blake Edwards.

Che fine ha fatto Giorgio Cantarini, il figlio di Roberto Benigni sul grande schermo

Giorgio Cantarini
Giorgio Cantarini a 5 anni (Fiorenzaoggi.it)

Quando esce nelle sale, “La vita è bella” in realtà ottiene successo, ma questo diventa poi esponenziale fino ai Premi Oscar del 1999, dove ottiene sette nomination. Nel frattempo incassa 230 milioni di dollari in tutto il mondo, la pellicola italiana più vista di sempre all’estero. Arrivano poi tre premi Oscar per il miglior film in lingua straniera, la miglior colonna sonora di Nicola Piovani e il miglior attore, Benigni appunto.

Roberto Benigni, con quella preziosa statuetta, diventa il primo attore italiano a vincere l’Oscar e quel risultato resta a oggi ineguagliato. Nel cast di quel film, appare nel ruolo di Guido, mentre Nicoletta Braschi, moglie anche nella vita, è Dora. La coppia – come si ricorderà – ha un figlio di nome Giosué ed è proprio l’interpretazione del piccolo attore, che aveva all’epoca cinque anni, a sorprendere tutti.

Quel bambino si chiamava appunto Giorgio Cantarini e vinse per il suo ruolo lo Young Artist Award: oggi il baby attore di anni ne ha compiuti 32 lo scorso 12 aprile e ha scelto di seguire le orme del “padre”. Siamo andati a scoprire qualcosa in più di lui, partendo dal suo profilo Instagram. Nel 2000 ha recitato nel film “Il gladiatore”, pellicola che di Oscar ne ha vinti cinque.

La carriera di Giorgio Cantarini dopo La Vita è Bella

Giorgio Cantarini, insomma, in carriera di Oscar ne ha vinti indirettamente ben otto e ancora oggi è molto attivo: nel 2005 è stato concorrente nel programma televisivo “Ballando con le stelline”. Ha poi studiato al Centro Sperimentale di Cinematografia dopo il diploma al liceo classico di Viterbo. Nel 2015 è nel cast di Protagonisti per sempre”, documentario di Mimmo Verdesca dedicato agli ex baby attori.

Cantarini è in compagnia delle sorelle Agnese e Nella Giammona (La terra trema), Luciano De Ambrosis (I bambini ci guardano), Rinaldo Smordoni (Sciuscià), Eleonora Brown (La ciociara), Andrea Balestri (Le avventure di Pinocchio) e Totò Cascio (Nuovo Cinema Paradiso). Di recente è apparso in Lamborghini – The Man Behind the Legend” e in “Comandante”, dopo aver vissuto a lungo a New York.

Impostazioni privacy