A La spezia, il 17 narzo scorso, il Sindaco ha ordinato e fatto eseguire la rimozione delle panchine di Piazza del Bastione e Piazza Sant’Agostino, adducendo la giustificazione di aver ricevuto richiesta in tal senso dalla locale Questura, alfine di evitare gli assembramenti in quelle due piazze cittadine. Gli anziani spezzini, però non hanno accettato passivamente tale misura che ci appare assurda e ridicola specialmente se ad “ordinarla” fosse stata davvero un’autorità di pubblica sicurezza in quanto va a colpire proprio gli anziani, che a parole, da un anno a questa parte, tutti dicono di voler tutelare, e nei fatti, invece come in questo caso vengono penalizzati. Alle loro lamentele, ovviamente ignorate dagli operai che hanno smontato le panchine, infatti gli arzilli pensionati spezzini, hanno fatto seguire una protesta civile ma efficace e risolutiva del problema procurandosi delle seggioline di plastica sulle quali si sono poi tranquillamente seduti, mantenendo le distanze ed indossando le mascherine.

Plaudiamo a questo gesto di civile protesta degli anziani spezzini, e ci auguriamo che i Sindaci abbandonino la via di Nottingham, gettando alle ortiche le vesti dello Sceriffo, non per passare dalla parte di Robin Hood ma per tornare ad esercitare il loro ruolo con il sano buonsenso che dovrebbe caratterizzare l’azione politica ed amministrativa.

Luca Monti

Leave a Reply

  • (not be published)