La decisione del Presidente della Campania, De Luca, di chiudere le scuole, spaventa operatori del settore e genitori, che ieri pomeriggio, hanno organizzato un presidio di fronte alla sede del Consiglio Regionale della Toscana, in occasione dell’insediamento dello stesso.

Da notare che il presidio non si e’ svolto di fronte alla sede del Consiglio Regionale, ma a qualche decina di metri di distanza, davanti al Liceo Classico Galileo.

Da quanto ci e’ parso lo spostamento del presidio sembra sia stato deciso dalle Forze dell’Ordine presenti sul posto, e non si sono registrati episodi di conflittualita’ tra Polizia e manifestanti, che hanno accettato lo spostamento senza problemi.

La manifestazione aveva lo scopo di sensibilizzare le istituzioni sulla necessita’ di non chiudere le scuole, considerandole come potenziali focolai d’infezione, ma piuttosto di intervenire sul potenziamento del trasporto pubblico locale e della diagnostica, per permettere eventuali isolamenti mirati e non generalizzati.

Abbiamo intervistato uno dei manifestanti, il Signor Maurizio, che mentre distribuiva i volantini informativi sulle motivazioni del presidio, ci ha detto con una certa verve, tipica di noi fiorentini: “Non capisco perche’ si chiudono le scuole, e s’impedisce ai comuni Cittadini di fare feste private con piu’ di sei persone, mentre, in questo momento, si sta inaugurando, a due passi da qui, il Consiglio Regionale, con oltre trenta persone. A me sinceramente, sembra una presa per i fondelli.”

In effetti una riflessione sulle modalita’ di applicazione delle leggi che dovrebbero essere uguali per tutti, andrebbe fatta, e forse, anche per evitare che l’antipolitica continui a montare nel nostro Paese, prevedere che anche i lavori delle istituzioni, inclusi, a questo punto, Parlamento e Governo, si svolgano in coerenza con i Dpcm, che vietano gli assembramenti nei luoghi chiusi, vale a dire in videoconferenza. Insomma se i Cittadini devono abituarsi a vivere e lavorare stando in casa, lo facciano anche i politici, almeno ci eviterebbero anche le loro comparsate spesso grottesche delle quali possiamo fare anche a meno.

Luca Monti

Photos Stefano Giannattasio

Leave a Reply

  • (not be published)