Non è raro che, quando si ha intenzione di vendere casa, non si abbia idea di come definire il giusto prezzo. Determinarlo adeguatamente è un passaggio fondamentale non solo per il venditore, ma per tutte le parti coinvolte nella compravendita. 
 
Considerata l’importanza strategica di un’accurata valutazione, è consigliabile eseguire l’operazione basandosi su calcoli concreti, evitando l’approssimazione. Per ottenere subito un valido supporto nella definizione del valore di un’abitazione, il tool di valutazione appartamento di Dove.it, agenzia immobiliare italiana con i migliori professionisti presenti sull’intero territorio, consente di ottenere una stima precisa con un semplice click, in maniera veloce e comodamente da casa. 
 
Definire il prezzo in autonomia infatti, oltre che rischioso, risulta essere anche complesso a causa dei diversi i fattori da dover considerare
 
In primo luogo, è molto importante valutare la posizione dell’immobile: si trova in centro città o in una zona periferica? È ben collegato con mezzi di trasporto e sono presenti nei dintorni servizi più o meno essenziali? 
 
Un secondo elemento particolarmente rilevante è lo stato dell’abitazione. Sarà netta, infatti, la differenza tra un edificio di recente costruzione e uno che necessita lavori di ristrutturazione. Ovviamente, per una casa appena edificata il prezzo di vendita risulterà essere maggiore. Nel secondo caso, invece, il prezzo potrebbe scendere fino al 30%, dovendo preventivare ulteriori costi per la realizzazione di lavori extra.

 
Di particolare rilevanza sono, chiaramente, le caratteristiche dell’edificio oggetto di valutazione, come la grandezza, il numero dei vani e la loro disposizione, il piano sul quale è disposto e la qualità dell’edificio in generale. Inoltre, se dovessero essere inclusi anche spazi aggiuntivi come garage o posto auto, il prezzo salirebbe di conseguenza. 
 
Nel dettaglio, esiste una formula per calcolare il valore di mercato di una determinata abitazione ed è data dalla moltiplicazione della superficie commerciale per coefficienti di merito e la quotazione al metro quadro. 
 
Per quanto riguarda la superficie commerciale, questa non è definibile in maniera certa, poiché diversa a seconda del Comune di riferimento. In linea generale, si tratta di una somma di tutti gli spazi dei quali l’immobile è composto, che vanno considerati in base a percentuali che variano a seconda della loro natura (calpestabili, perimetrali, superfici scoperte e così via). 
 
I coefficienti rappresentano, invece, le caratteristiche dell’immobile citate precedentemente e sono espressi anch’essi attraverso delle percentuali. Ad esempio, un’abitazione libera avrà un coefficiente del 100%, se è data in locazione sarà valutata il 20% in meno. 
 
Infine, le quotazioni al metro quadro dipendono dalla zona e dallo stato dell’immobile, valutati periodicamente dall’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate.

Leave a Reply

  • (not be published)