E’ appena uscito uno studio di Coldiretti, sui cosiddetti spazi verdi urbani, dal quale si evince, che il nostro Paese, non è messo benissimo in tal senso, con circa 31 mq per abitante. E Firenze, purtroppo, è messa ancora peggio, con soli 23,4 mq per abitante.

In pratica nella nostra città, ogni abitante ha, a propria disposizione per difendersi dal caldo torrido estivo, uno spazio d’ombra, fatto di alberi e non di edifici, pari alla superficie di un box auto, o poco più. Ma attenzione perché i dati vanno interpretati e dunque in realtà, la situazione Fiorentina, è ancora peggiore perché il già ridottissimo spazio verde urbano a disposizione di ogni abitante, va diviso anche con i numerosi turisti, presenti in città e potremmo quindi affermare, che alla fine ognuno può godere soltanto dell’ombra proiettata dal proprio corpo, o poco più. Non possiamo non sottolineare a tale proposito, la politica di abbattimento spesso ingiustificato, del patrimonio arboreo fiorentino portata avanti negli ultimi anni, in particolar modo dall’amministrazione dell’attuale Sindaco, Dario Nardella, interessato evidentemente a portare avanti, il progetto tramviario a discapito del verde urbano. Contestiamo fortemente questa cosiddetta “cura del ferro”, alla quale contrapponiamo la necessità della “cura del verde” perché gli esseri umani e gli altri animali, non respirano grazie al ferro della tramvia, ma al verde degli alberi.

Luca Monti

Leave a Reply

  • (not be published)