Dopo aver stigmatizzato il grave episodio di violenza ai danni di un arbitro appena diciottenne, da parte di un genitore, dopo una partita tra i Giovanissimi Provinciali di Firenze, il nostro esperto regolamentare, Mister Var, è tornato, per fortuna ad occuparsi di calcio giocato e degli Inter della Var, per le partite dei Viola. Ecco la sua analisi regolamentare su Fiorentina – Roma.

«La partita Fiorentina – Roma, per l’arbitro Guida, è stata relativamente facile. La Fiorentina, infatti, ha sempre avuto il pallino del gioco in mano e data la stanchezza della Roma, c’è stato poco bisogno di una particolare attenzione da parte della squadra arbitrale. L’unico episodio che lascia perplessi, è il calcio di rigore concesso alla Fiorentina al 4° minuto di gioco. A livello regolamentare il rigore è da concedere per due motivi: il primo, perché avviene sulla linea dell’area di rigore, il secondo perché, con o senza contatto, tentare di calciare un avversario, secondo il primo punto della regola 12, è punibile con un calcio di punizione diretto, o come in questo caso, di rigore. A livello pratico, è tuttavia, abbastanza incomprensibile come calcio di rigore, visto che spesso falli più gravi non vengono concessi, o comunque si finisce per ammonire l’attaccante per simulazione. Tutto sommato una partita nella norma per Guida e la sua squadra.

Voto federale: 8,40

Tradotto: 6»

Leave a Reply

  • (not be published)