Continua il fenomeno dell’acquisizione da parte estera dei marchi italiani e oggi ad andare in mano straniera è il marchio toscano Caffè Corsini fondato nel 1950 ad Arezzo, che passa sotto il controllo del gruppo tedesco Melitta, che ha acquisito la maggioranza delle azioni societarie col 70%. Nasce quindi la partnership tra Caffè Corsini, azienda leader nel settore del food & beverage, fondata, come detto ad Arezzo nel 1950, e la multinazionale tedesca Melitta Group, attiva a livello mondiale, con un fatturato nel 2020 di 1,7 Miliardi di Euro e 5890 dipendenti. L’accordo prevede di mantenere in Italia la governance e la produzione nello storico stabilimento in provincia di Arezzo. Patrick Hoffer, alla guida di Caffè Corsini dal 2004 e che resta CEO dell’azienda, ha dichiarato: “Melitta Group cerca attraverso eccellenze sul territorio di far accrescere il proprio business. La nostra collaborazione apre numerose nuove prospettive e opportunità per entrambe le realtà. Vogliamo crescere e rafforzare le nostre rispettive posizioni di mercato, soprattutto all’estero. Con i nostri diversi portafogli di prodotti e i rispettivi focus territoriali, ci completiamo molto bene e possiamo ottenere molto di più insieme di quanto potremmo fare da soli. La produzione come l’intera gestione dell’azienda rimane a Badia Al Pino, senza nessuna ripercussione sull’entità aziendale. Non ci saranno ingerenze nella gestione, tantomeno revisioni di organico, anzi: l’obiettivo è crescere e creare nuovi posti di lavoro. Non a caso Melitta, ha scelto noi così radicati sul territorio.”

Jero Bentz, membro del Chief Corporate Management del Gruppo Melitta ha invece dichiarato: “Non vediamo l’ora di lavorare con Caffé Corsini. Proprio come noi, infatti, Caffè Corsini è un’azienda a proprietà familiare con una lunga tradizione e standard molto elevati di prodotto. Siamo uniti da una grande passione per il caffè. Ecco perché siamo una coppia perfetta in termini di orientamento strategico, cultura e valori aziendali. La nostra esperienza ha dimostrato più volte che queste sono le migliori condizioni per un futuro di successo insieme”.

Luca Monti

Leave a Reply

  • (not be published)