Tutti abbiamo sentito almeno una volta, il verso della Divina Commedia di Dante, che recita: “Amor c’ha nullo amato amar perdona”, senza pero’ una sottostante base musicale rap. Da oggi potrebbe capitarci invece di sentire lo stesso verso dantesco, non recitato, ma cantato, appunto, in chiave rap, da Giorgio Torresani, in arte “Dramma”.

Ph. “Il Giornale di Brescia”

Il giovane rapper cremonese, ma residente a Brescia, infatti, ha deciso, probabilmente primo nella storia, di unire testi poetici classici a suoni rap e pop, creando un interessante connubio in tal senso, che potrebbe davvero rappresentare una svolta musicale senza precedenti. Il primo verso dantesco, utilizzato da Dramma, per l’inizio di una sua canzone, che non a caso s’intitola “Beatrice”, e’ proprio quello citato all’inizio di questo articolo, che si riferisce all’amore impossibile di Paolo e Francesca, episodio centrale del Quinto Canto dell’Inferno.

L’esperimento alchemico musicale di Dramma, ha riscosso gia’ un certo interesse tanto che il rapper, e’ stato invitato al Festival di Venezia, i cui organizzatori avevano visto l’anteprima del video di “Beatrice”, sulla piattaforma online “Siccome Dante”, un progetto dedicato al mondo dantesco, al quale il cantante si era iscritto seguendo il consiglio di una sua insegnante. Vedremo se oltre all’interesse dei cineasti, il rap dantesco di Dramma otterra’ anche un successo discografico.

Leave a Reply

  • (not be published)