Il 25 maggio, si celebra la giornata dell’Africa, che venne istituita per celebrare il giorno dell’anniversario della fondazione dell’Organizzazione dell’Unità Africana (Oua),oggi Unione Africana, che ebbe luogo ad Addis Abeba, in Etiopia, nel 1963, su forte impulso di Hailè Selassiè, che al riguardo, pronunciò questa frase: “Non possiamo tornare a casa senza aver creato un’organizzazione africana unitaria. In caso contrario mancheremmo alle nostre responsabilità verso l’Africa e il suo popolo.”

Ancora molto è da fare evidentemente per questo enorme continente, ma non sta certo a noi europei, essere i fautori del destino degli africani, che devono autodeterminarsi con forza e decisione, rigettando ogni politica di asservimento neocolonialista verso chicchessia, dei propri Governi. E proprio per sottolineare questa necessità di autodeterminazione dei popoli africani, ricordiamo anche l’anniversario dell’indipendenza dell’Eritrea dall’Etiopia, ricorrente ieri, attraverso un comunicato stampa diramato per l’occasione da Alessandro Draghi, Capogruppo in Consiglio Comunale di Fratelli d’Italia. Ecco il testo del comunicato: “Nel 1991 il fronte di liberazione dell’Eritrea entra ad Asmara e dichiara l’indipendenza dello stato che per tanti anni si era ribellato all’Etiopia comunista del Derg di Mengistu, dittatore sanguinario che aveva affamato il suo popolo. Una terra, l’Eritrea, che ha dato i natali a molti nostri connazionali, che nel corno d’Africa andarono a cercare fortuna, a rifarsi una vita. Un luogo che da sempre ha avuto e mantenuto legami culturali, economici e storici con l’Italia. Questa giornata sia d’auspicio al mantenimento di una pace difficile con l’Etiopia; recenti infatti sono le tensioni nella regione del Tigrè. Un augurio di buona festa a tutta la comunità eritrea fiorentina che da anni ben integrata vive in città e partecipa alla vita pubblica.”

Leave a Reply

  • (not be published)