E’ stata inaugurata ieri, 5 agosto, presso la Florence Art Deposit Gallery di Via Bufalini 17, “Nostalgia”, forse la prima e più importante mostra antologica, dedicata agli scatti di Gino Turina, fotografo mantovano ma veronese d’adozione.

La mostra che partendo dalle fotografie del 1973, copre quasi cinquant’anni della carriera artistico fotografica di Gino Turina si svolge, mostrandoci quel sottile fil rouge che tiene insieme la vita di ciascun individuo evidenziandone gli interessi ed i sentimenti.

L’inaugurazione, si è svolta alla presenza dell’autore, che in un dibattito col pubblico accompagnato dalla bellissima musica della pianista e compositrice Flavia Casari composta per l’occasione, ha ripercorso con la mente, le emozioni di quegli scatti ritrovati nel suo archivio, che fissano gli istanti, di una vita dedicata alla fotografia.

Gino Turina, ci ha spiegato con la sua semplicità padana, come la fotografia, al pari della pittura esalti la prospettiva, tanto da essersi meritata, nel 1939 l’annoverazione tra le arti, come dimostra lo scatto del 2001, col quale Gino Turina, da’ l’mpressione che il tavolo sia inclinato mentre la ragazza ed il cocomero, sono perfettamente in piano e non stanno scivolando.

Tuttavia Gino Turina, non considera arte la fotografia realizzata col fotoritocco digitale in quanto frutto proprio di una rielaborazione tecnologica, che la rende potenzialmente modificabile all’infinito tradendo così, quello che per lui rappresenta l’essenza della fotografia, vale a dire la fissazione di un preciso istante, in un determinato spazio, condizioni suggerite all’autore, soltanto dalla propria ispirazione di quel momento specifico.

“Nostalgia”, è visitabile fino al 5 settembre negli spazi della Florence Art Deposit Gallery, di Via Bufalini 17, ad ingresso libero e con orario dalle 17:00 alle 20:00.

Luca Monti

Ph. Stefano Giannattasio

Leave a Reply

  • (not be published)