Maura Granelli, meglio nota come Nonna Maura, che dopo la sua marcia, a piedi, da Genova, a Roma, dell’estate scorsa, è diventata un punto di riferimento per le mamme di tutta Italia, che protestano per le misure sanitarie imposte ai bambini delle scuole, a causa dell’emergenza covid, ha iniziato, ieri, 23 novembre, quello che lei ha definito “Il Ramadan italiano, a difesa della salute dei bambini”.

Si tratta di uno sciopero della fame diurno, sullo stile del Ramadan islamico che Nonna Maura, intende portare avanti ad oltranza, restando, appunto senza mangiare, dall’alba al tramonto, a Genova, di fronte alla sede della Regione Liguria, sin quando il Presidente Giovanni Toti, non deciderà di emettere un’ordinanza regionale, nella quale vieta l’uso obbligatorio delle mascherine durante le lezioni scolastiche.

Al momento sembra che Toti, non abbia ancora nemmeno contattato Nonna Maura, per chiederle conto di tale protesta. Vedremo come si evolverà la vicenda.

One Comment to: Nonna Maura ha iniziato ieri lo sciopero della fame diurno davanti alla sede della Regione Liguria

Leave a Reply

  • (not be published)