Ieri 12 settembre, in Piazza Strozzi, abbiamo assistito alla spettacolarizzazione in stile talk show, dell’ennesima manifestazione no vax.

Mentre stava parlando uno dei relatori infatti, è comparsa una giovane donna presentatasi come medico che dopo aver strappato di mano il microfono, a colui che stava parlando, ha cominciato a contestare i dati proposti dal relatore, inscenando una querelle col ricercatore Stefano Scoglio, a base di dati scientifici, tirati da una parte e dall’altra.

Insomma, ci è sembrato di assistere ad una trasmissione tv, di basso profilo, con un’azione di disturbo, seguita come da copione, dalla reazione della claque. Sinceramente se questo è il livello di dibattito cui si è capaci di arrivare sul tema dei vaccini, il nostro Paese, appare messo male sul fronte dialettico culturale.

Luca Monti

Ph. Stefano Giannattasio

Leave a Reply

  • (not be published)