Ieri sera abbiamo visto l’ennesima partita deludente della Fiorentina, in questo campionato 2020/2021.

I migliori in campo sono stati il portiere Dragowski e l’attaccante Vlhaovic, con il resto della squadra che si è dimostrata molto confusa e inefficace. Abbiamo visto un centrocampo che non ha saputo legare, né con la difesa né con l’attacco. Castrovilli, ha dato prova di molta fragilità: debole fisicamente, delicato d’atteggiamento sportivo e poco incisivo sembrerebbe non essere più un nazionale desiderato dal mister Mancini. Vedendo le sue performances di queste ultime partite ci viene da domandarc perché sia ancora titolare nella Fiorentina. Con la presenza del presidente Commisso, in tribuna e la Fiorentina, che non riesce a fare un’azione stando sotto di due gol, ci viene in mente la partita contro il Napoli, dove abbiamo preso sei gol senza muovere un dito. Per fortuna all’inizio del secondo tempo riusciamo a pareggiare, con due tiri in porta e due gol grazie a Vlahovic, ma dopo tre minuti, un rigore provocato da Quarta, per fallo di mano e gol dell’ex Ilicic. Il Tutto a ricordarci come siamo deboli, per non parlare del fatto che abbiamo rischiato di prendere anche il quarto gol, piuttosto che tentare di pareggiare. Mancano 8 partite e siamo ad 8 punti dal Cagliari, terzultima e dopo di noi in classifica, la quale deve giocare con Parma, Udine, Roma, Napoli e Benevento, il 12 maggio contro la Fiorentina, poi Milan e Genova. Possiamo immaginare che potremmo salvarci anche non arrivando ai 40 punti e ciò è sicuramente tranquillizzante. Sabato 17 aprile alle ore 18.00 giochiamo contro il Sassuolo, dopo con Verona e Juve.

Safaie

Leave a Reply

  • (not be published)