Certo la classifica Viola fa paura, ma osservando bene le statistiche di Milan – Fiorentina, di domenica, scopriamo che queste sembrano dare ragione a Prandelli malgrado la sconfitta.

Il possesso palla infatti, è stato dei Viola per 56 minuti, e la Fiorentina ha fatto 501 passaggi, contro i 400 del Milan, ed ha battuto sette calci d’angolo contro i tre dell’avversario. Anche i tiri in porta non sono andati cosi’ male, con i quattro del Milan, che sono bastati per fare due gol, con un rigore sbagliato, contro i tre tiri in porta della Fiorentina, che non hanno invece dato alcun risultato. Prandelli, insomma è sulla buona strada, ed i giocatori stanno trovando le loro posizioni giuste, secondo le indicazioni del mister, che è convinto che prima bisogna arrivare a 40 punti, poi pensare al futuro, e probabilmente ha ragione. Dopo solo venti giorni di lavoro infatti, si vede già la sua mano, e la situazione della squadra sta cambiando e migliorando, sia tecnicamente che tatticamente. Adesso, In quindici giorni prima della pausa natalizia, abbiamo cinque partite, una ogni tre giorni, la prima delle quali col Genoa, che dobbiamo vincere per forza. Dopo tocchera’ a Prade’, nel mercato di gennaio, comprare l’attaccante vero che ci manca, oltre a non fare i soliti sbagli come dare via Sottil, per prendere Callejon, oppure Ceccherini, per Martinez Quarta, e non ci scordiamo di Boateng. Insomma piu’ che l’allenatore, ci sembra che adesso, il problema della Fiorentina, sia il direttore sportivo.

Safaie

Leave a Reply

  • (not be published)