Gollini 4 Il Meno in Palla (infatti ne ha presi tre)
Non para un tiro e nel secondo gol avversario fa una frittata inspiegabile e incommentabile.


Venuti 4.5
Al di là dell’errore grave di Gollini, anche il suo retropassaggio è incommentabile. Tanti, troppi palloni giocati dietro, nessuna iniziativa e troppo facile da saltare per gli avversari.


Amrabat 5.5 Il Più in Palla (perché uno va nominato come tale).


Improvvisato difensore centrale riesce quantomeno a non fare peggio di altri che hanno giocato nel proprio ruolo. Qualche sventagliata, qualche chiusura buona, ma anche lui non si salva.


Igor 4.5
Con la testa tra le nuvole. Colpevole sul primo gol e spesso troppo distratto.


Terzic 5
Poca spinta e spesso tenta giocate rischiose ed evitabili. Certo, non è il principale colpevole, ma nella disfatta non fa niente di particolare per salvare qualcosa. (Dal 67′ Biraghi 5.5. Entra, ma la partita è già praticamente compromessa. L’unica cosa positiva sono le sue parole nel post gara, con cui si fa carico delle responsabilità della squadra)


Maleh 5
Corre, spesso a vuoto. Tenta di dare copertura sulla fascia in cui c’è Terzic, ma i risultati sono rivedibili (Dal 67′ Barak 5.5. Entra a disfatta in corso e tocca pochissimi palloni)


Mandragora 4.5
Un fantasma. Non si propone mai per giocare la palla e tocca, anche lui, veramente pochi palloni. Una cosa abbastanza grave, per quello che dovrebbe essere il playmaker della squadra.


Bonaventura 5
Si muove poco, poche iniziative e nessuna conclusione. Ci si aspetta di più anche da lui pur essendo l’ennesima partita che gioca consecutivamente. (Dal 78′ Duncan SV)


Saponara 5.5
Tenta qualche giocata interessante principalmente nel primo tempo, poi pian piano va a spegnersi con il resto della squadra. (Dal 78′ Kouame SV)


Cabral 4
Sbaglia un gol davanti al portiere, ma la cosa peggiore, è che neanche riesce ad arrivare al tiro. Scoordinato e arruffone: dove è finito il bomber della Conference League? (Dal 45′ Jovic 4.5. Un tiro sul finale che sa di stizza. Per il resto è ingabbiato nella difesa turca)


Ikonè 4
Con la partita di ieri abbiamo raggiunto l’apice in negativo, della sua avventura a Firenze. Un solo spunto interessante, poi tende a nascondersi dietro agli avversari. Conclude in bellezza con un intervento che costa il secondo giallo.


Italiano 4.5
Squadra spenta e con poche idee. Nel post partita ammette di avere poche soluzioni, il che è preoccupante. Forse non è il principale responsabile, ma con l’avanzare dei giorni si rende senz’altro complice di questo suicidio sportivo a cui stiamo assistendo.

Jacopo Massini

Il nostro Caporedattore Sportivo Jacopo Massini

Leave a Reply

  • (not be published)