Ieri alle ore 21, si è giocata la partita di andata del girone di Conference League, tra Istanbul Basaksehir e Fiorentina, allo stadio Fatih Terim di Istanbul.

La partita inizia staticamente, infatti per i primi venti minuti, nessuna delle due squadre crea azioni particolarmente pericolose ed inizia a ravvivarsi dal 23⁰ minuto, quando i turchi guadagnano un calcio di punizione vicino l’area Viola, per un fallo di Ikoné, ai danni di Kaldrim che costerà anche il giallo al francese. La punizione viene completamente sprecata, ma due minuti dopo, al 25⁰, i turchi si trovano ancora vicini alla porta della Fiorentina, grazie al tiro pericoloso di Aleksic, su cross di Caiçara ma Gollini, blocca la conclusione. Al 27⁰ è la Fiorentina ad avvicinarsi per la prima volta alla porta arancione, grazie ad un tiro a giro di Saponara, su passaggio di Ikoné, che viene però parato da Sengezer. Al trentesimo minuto, i padroni di casa vanno vicini al gol, grazie a Chouiar, che però, dopo aver approfittato dell’errore di Igor, che si è allungato troppo la palla, calcia alto sprecando una vera occasione da rete. Negli ultimi quindici minuti del primo tempo, non si vedono tante altre azioni, ma in sostanza è il Basaksehir a gestire meglio la situazione. Inizia il secondo tempo e Italiano decide di cambiare qualcosa nel reparto offensivo, inserendo Jovic, al posto di Cabral nel tentativo di sbloccare la situazione. Nonostante la sostituzione il Basaksehir, sembra aver preso le misure sui Viola e ferma ogni loro tentativo di attacco. Al 57⁰ arriva il primo gol della partita targato Basaksehir, l’autore della rete è Gürler che, dopo il calcio d’angolo di Ndayishimiye approfitta della confusione in mezzo all’area di rigore per sorprendere Gollini, con una conclusione inaspettata per l’1 a 0 sul tabellone del Fatih Terim. Dopo il gol dell’uno a zero Belozoglu, inserisce forze fresche nei reparti offensivi, dentro Turuc e Traorè, per Okaka e Özcan. I Viola sono sempre in affanno e faticano a contenere gli avanzamenti dei padroni di casa. Al 61⁰ viene ammonito Amrabat per una trattenuta su Traoré. Italiano, resosi conto della fatica dei propri uomini in campo, al 67⁰ inserisce Barak e Biraghi, al posto di Maleh e Terzic, reduci anche loro come tutta la squadra da una pessima prestazione. Gli uomini di Belozoglu, continuano ad attaccare e mandano completamente nel pallone la difesa della Fiorentina. Al 71⁰ Gollini, compie infatti un clamoroso errore e su un lancio lungo dei turchi si mette a palleggiare con il pallone anziché calciarlo via, regalando così a Gürler, la possibilità di rubargli palla e siglare una doppietta. Dunque siamo al 2 a 0 a Istanbul, per i padroni di casa, che ora possono stare molto più tranquilli col punteggio ed il cronometro dalla propria parte. Al 76⁰ Belozoglu, inserisce altre due forze fresche, dentro Szysz, per Gürler e Takdemir, per Biglia, mentre la Fiorentina rimane addirittura in dieci, a causa dell’espulsione di Ikoné, che stupidamente, non contento della pessima prestazione sua e del resto del collettivo, decide di complicare ancora di più la vita ai propri compagni, entrando senza alcun bisogno con il piede alto e a martello sul centrale dei turchi Touba. Italiano, ormai in preda al panico, decide di sfruttare altri due cambi al 78⁰, dentro Duncan e Kouame, per Bonaventura e Saponara. All’82⁰ anche i turchi esauriscono i cambi a disposizione, facendo uscire Chouiar, per Özil. I Viola, provano una piccola reazione ai minuti 86 e 87, la prima volta con Venuti, che però calcia fuori di poco, la seconda con Jovic, che su cross di Kouame calcia di poco alto sopra la traversa. Tre minuti dopo, al 90⁰, la beffa può dirsi conclusa quando i turchi finiscono in rete per la terza volta, grazie al gol di Traorè, su assist di Szysz, portando così i Viola alla più totale umiliazione. Il triplice fischio arriva dopo due minuti di recupero.
La Fiorentina, è ora in un brutto momento e non si prospetta che a breve vi sarà un’uscita da questo.

Manfredi

Leave a Reply

  • (not be published)