Era il 24 Luglio 2021 quando, dopo l’approvazione del Decreto-legge che inseriva nell’ordinamento italiano il green pass per accedere a bar e ristoranti al chiuso, musei e strutture sanitarie, poi esteso a tutti o quasi gli ambiti della vita, dal lavoro ai mezzi pubblici, in tutta Italia, nacquero contro tale “certificato verde”, manifestazioni di piazza inizialmente autoconvocate e spontanee, come non si vedevano da anni. In alcune di quelle piazze le manifestazioni sono durate poche settimane, in altre hanno invece visto la nascita di veri e propri movimenti di opposizione politica e sociale. Toscana e Liguria, sono state da subito regioni molto attive nella contestazione contro il pass, le restrizioni e la politica sanitaria e internazionale del governo ed in questo fine settimana in molte città delle due regioni, i movimenti tornano in piazza per rievocare un anno di lotta e costruzione di una nuova prospettiva sociale e politica. Si inizia domani sabato 23 luglio, a Massa, dove, a partire dalle ore 21, in Piazza Aranci, torna in piazza Rivoluzione Allegra, un’associazione che è stata attivissima nel caldo autunno del 2021 e che stavolta manifesta anche contro l’enorme aumento del costo delle materie prime ed i rincari dei generi alimentari e delle bollette, che già stanno impattando in maniera considerevole sul bilancio di milioni di famiglie e che sono probabilmente solo l’antipasto della crisi economica che rischia di abbattersi sul Paese in autunno. Per questo il movimento apuano, torna in piazza nel giorno in cui ricorre l’anniversario delle prime proteste contro il Green Pass e l’aggressione ai diritti sociali e costituzionali che esso ha rappresentato, intendendo richiamare le coscienze alla consapevolezza della necessità di combattere, oggi come ieri, qualsiasi forma di totalitarismo, palese o mascherata. Alla manifestazione massese, interverranno Giulio Milani, presidente di Rivoluzione Allegra e coordinatore regionale aggiunto del CLN di Ugo Mattei, che farà un excursus storico, economico e politico sulle origini e i drammatici sviluppi della crisi epocale in cui ci stiamo avvitando; Francesco Cappello, scrittore, blogger, giornalista, membro del Comitato No Guerra No Nato, che parlerà di guerra e sovranità nazionale, di crisi energetica e di modelli di indipendenza alternativi ai rigassificatori; Bruno Ricci, membro di Rivoluzione Allegra, commercialista e pubblicista, che analizzerà le sentenze a favore dei lavoratori sospesi a causa del Green Pass e più in generale le ricadute economiche depressive e classiste dei governi Conte Bis e Draghi; Alessandro Luzzi, ex militare e attivista delle associazioni Costitutio Italia e Vittime del Dovere, che parlerà del diritto di resistenza e di dissenso anche in seno alle forze dell’ordine; Daniele Dartiano, membro della Comunità Economica Indipendente, che affronterà il tema dell’economia e della moneta alternativa al modello neo-liberista.

Sempre domani, sabato 23 Luglio Libera Piazza Genova, che si è distinta per aver manifestato incessantemente tutti i sabati a partire dal Luglio 2021, celebrerà un anno di lotta con una manifestazione che vedrà presenti il giornalista Franco Fracassi, autore di numerosi libri d’inchiesta sulle origini e le gestione della pandemia e sulla politica internazionale, il leader del movimento Fronte del Dissenso Moreno Pasquinelli e i rappresentanti della rete nazionale “Scuola in Presenza” che ha combattuto negli ultimi due anni il modello della didattica a distanza e della scuola del “distanziamento sociale”. La manifestazione avrà luogo nella centralissima Piazza De Ferrari a partire dalle 16,30, per poi spostarsi con un corteo nella vicina Piazza Caricamento, dove è previsto un concerto dei cantautori Margherito, Rocco e Mosè Santamaria, insieme ad altri artisti di strada genovesi e non, che hanno appoggiato le lotte degli ultimi mesi. Domenica 24 luglio, al molo di Viareggio per “E-state con noi” si incontreranno, invece le associazioni delle provincie di Pisa, Lucca e Pistoia, per la celebrazione di un anno di lotta e manifestazioni per la libertà di scelta. Sarà Una festa alla spiaggia libera del Muraglione aperta a tutti ed organizzata da Libera Scelta Versilia, Lucca Consapevole, Libertà (associazione livornese), Contiamoci, Comitato contro il green pass Pisa e No Green Pass Pistoia. Quasi tutti questi movimenti, assieme ad altri provenienti da altre zone d’Italia, si sono incontrati il 2 e 3 giugno scorso, al convegno “Una rotonda sul futuro” organizzato da Rivoluzione Allegra, per consolidare un blocco sociale “costituente” che lotti per inserire nell’ordinamento giuridico italiano, il divieto esplicito di proclamazione dello stato di emergenza nazionale, di lockdown per motivi epidemiologici, di obblighi sanitari e di abuso della decretazione d’urgenza. La caduta anticipata del governo, ha certamente reso più difficile uno sbocco politico immediato alle prossime elezioni nazionali, del lavoro svolto dai movimenti in questi mesi, anche per le norme relative alla raccolta firme per la presentazione delle liste, ma le relazioni costruite in un anno di lotta si sono consolidate e comunque potranno saldarsi ancora di più, in un’ulteriore attività di opposizione sociale e culturale, nella prospettiva di un consolidamento anche dal punto di vista politico per “rigenerare” una Costituzione, troppe volte interpretata in maniera forzata dai governi della legislatura che sta per concludersi.

Andrea Maccio’

Leave a Reply

  • (not be published)