E’ ancora vivida nella memoria, la sequenza di scosse sismiche, che hanno battuto la nostra provincia, lo scorso mese di maggio. Adesso il terremoto si è spostato a Prato, dove nella tarda serata del 29 giugno scorso, si sono registrate due scosse, la prima di magnitudo 1.7 e la seconda di magnitudo 2.3, che non avrebbero provocato danni a persone o cose.

I sismologi, sono al lavoro per cercare di capire se tra il fenomeno delle frequenti scosse a Firenze, del mese di maggio e queste più recenti a Prato, vi sia una connessione o meno. Resta il fatto che ancora una volta si è riaffacciata la paura soprattutto tra gli abitanti della piana fiorentina, che sono tornati a rivivere le brutte sensazioni dello scorso maggio.

Luca Monti

Leave a Reply

  • (not be published)