Tra i commenti e le analisi sul voto di domenica scorsa, non potevano mancare le considerazioni del Sindaco di Firenze, Dario Nardella.

Le abbiamo ascoltate con attenzione e da alcuni passaggi, ci siamo fatti l’idea che il Sindaco, stia pensando di candidarsi alla segreteria nazionale del PD. È interessante, infatti, notare la considerazione di Nardella, sull’astensionismo che, volenti o nolenti, rappresenta il primo partito d’Italia e per la prima volta, ha colpito duro il popolo della sinistra, evidentemente deluso dalle politiche del PD. Ecco quindi che il fatto che il Sindaco di Firenze, inviti il suo partito a prendere atto di questo fenomeno, implica a nostro avviso, la sua volontà di scendere in campo per risolverlo, prendendo le redini del PD. A conferma di questa nostra ipotesi, vi è poi un altro passaggio, nel quale Nardella, sottolinea il fatto che a Firenze, il PD, in controtendenza rispetto al dato nazionale, si è affermato, il che equivale a dire: siccome i migliori risultati elettorali per il PD, sono stati a Firenze, il migliore del partito sono io. Vedremo al congresso del PD, che dovrebbe essere imminente, se questa nostra ipotesi, si rivelerà fondata o meno e quali scenari si apriranno in quel partito e nel panorama politico, tenendo presente che tutto può succedere, perché le vie della politica, non sono certamente infinite come quelle del Signore, ma comunque molto numerose e ramificate.

Luca Monti

Leave a Reply

  • (not be published)