Dopo gli studenti universitari senesi, che hanno manifestato martedì, ieri è stata la volta dei docenti precari, che sono scesi in Piazza Santissima Annunziata, con tutte le sigle sindacali unite per chiedere la revisione del Decreto Ristori Bis, che non ha tenuto conto del tavolo di contrattazione con il mondo della scuola, per quanto riguarda la stabilizzazione dei precari cosiddetti storici, vale a dire docenti che da molti anni, vengono assunti, un anno scolastico dopo l’altro, in una catena infinita di contratti a termine.

Abbiamo intervistato Daniela Scarlata, di Cisl Scuola Firenze e Prato, che ci ha detto: “Siamo qui oggi, tutti uniti aldilà delle rispettive sigle, per chiedere con forza la revisione del Decreto Ristori Bis, che ha completamente disatteso le nostre aspettattive rispetto a quanto approvato al tavolo di consultazione. A volte osservando certe logiche, si ha l’impressione che la scuola non dipenda dal Ministero dell’Istruzione, ma da quello dell’Economia visto che, appunto prevalgono sempre aldilà di ogni considerazione, le ragioni del bilancio. Speriamo comunque che questa giornata, che si svolge qui per la Toscana ma anche in molti altri capoluoghi regionalu, porti quanto prima, alla convocazione dibun nuovo tavolo tra le parti, al quale riporteremo di nuovo le nostre ragioni e ci batteremo per vederle applicate con la revisione del Decreto.”

Beatrice Papi, di Noi Scuola, ci ha invece detto: “Innanzitutto vorrei spiegare che la nostra associazione Noi Scuola, è composta da docenti precari mentre l’associazione Priorità Alla Scuola, è composta invece da famiglie di studenti, che voglio ringraziare, perché hanno scelto di unirsi alla nostra battaglia, che non riguarda solo i nostri diritti di lavoratori precari, ma la dignità stessa delle istituzioni scolastiche. Come si può considerare dignitoso e coerente coi propro scopi, infatti un ambiente che dovrebbe formare i ragazzi, non solo culturalmente, ma che non è capace nemmeno di stabilizzare i docenti precari, valorizzandone la professionalità acquisita neglu anni?”

Luca Monti

Ph. Stefano Giannattasio

Leave a Reply

  • (not be published)