Ieri mattina, intorno alle 10 e 30, il maltempo che il giorno prima, aveva provocato enormi danni e diverse vittime nelle Marche, ha investito anche la Toscana e la zona di Firenze, con venti che hanno raggiunto gli 80 km orari, in città ed i 100 km orari, intorno al Passo del Giogo. In realtà secondo gli esperti, si sarebbe trattato di un’inversione di rotta del vero e proprio uragano che ha investito le Marche in quanto lo stesso, era originariamente previsto proprio sulla nostra regione, mentre si è scaricato più ad est, tornando sulla Toscana, solo nella sua fase terminale quindi meno potente. In ogni caso, non sono mancati gli alberi caduti, insieme a tegole e parti di impalcature, in varie zone di Firenze. La zona del Lungarno Ferrucci, gia colpita dal fortunale che investì la zona sud della città, con gravi danni ad Antella e Grassina è stata di nuovo fra le più interessate dal fenomeno. Riteniamo quindi che la parte sud di Firenze, debba essere maggiormente monitorata rispetto alle altre in quanto, negli ultimi anni, risulta essere la più colpita da questi fenomeni atmosferici estremi.


Alberi caduti e disagi, sono stati segnalati anche a Prato, Malmantile e Fiesole, dove il Sindaco Anna Ravoni, a seguito dei problemi riscontrati lungo la Valle del Mugnone e degli allagamenti che hanno interessato il Teatro Romano danneggiando anche alcune strutture a servizio dell’Estate Fiesolana, ha ordinato lo spostamento dell’evento TEDxFiesole, previsto nel pomeriggio e nella serata di ieri, in altro luogo coperto, con la sua diffusione online. Oggi per fortuna, la situazione meteo non desta preoccupazioni e la domenica si prospetta tranquilla.

Luca Monti

Leave a Reply

  • (not be published)