Il Consigliere Comunale della Lega, Andrea Asciuti, ha protestato sabato e domenica davanti a Palazzo Vecchio, alimentandosi solo con un filoncino di pane ed una bottiglia d’acqua, per tenere alta l’attenzione sulla crisi economica, indotta dalle reiterate restrizioni, che rischia di far sparire intere filiere produttive e che a suo dire, potrebbe alla fine, fare più vittime del virus.

Asciuti ha ricevuto alcune visite di solidarietà verso la sua battaglia, tra le quali segnaliamo quella di Momi, il ristoratore che ormai è diventato il simbolo della disobbedienza civile della sua categoria e quella di Laura Lodigiani, del Comitato Flat Tax di Firenze.

Il Consigliere al termine della due giorni di protesta, ha ringraziato per queste visite di solidarietà ed ha annunciato che intende ripetere l’iniziativa, per dare un segnale politico chiaro, non tanto a Roma, quanto al Comune di Firenze, che vede il Sindaco Nardella schierato tra i rigoristi, posizione, appunto contestata da Asciuti, che auspica, invece una rapida riapertura delle scuole e di tutte le attività produttive, per prevenire ulteriori gravi effetti collaterali di quest’emergenza infinita, che sta diventando sempre più inquietante, per la sua gestione politica sociale ed economica.

Luca Monti

Ph. Stefano Giannattasio

Leave a Reply

  • (not be published)