“Ordine pubblico ridotto ai minimi termini: ma l’Amministrazione Comunale che aspetta ad intervenire?” Inizia con questa domanda il comunicato stampa nel quale il Circolo Fratelli d’Italia di Viareggio attacca l’Amministrazione Comunale di quella città, sulla gestione dell’ordine pubblico e della sicurezza, sollecitando maggiori controlli della Polizia Municipale, oltre ad una veloce mappatura di fondi e terreni in abbandono, che finiscono spesso alla mercè di senzatetto e sbandati.

Ecco il testo del comunicato stampa, a firma di Flavio Pontanari e Christian Marcucci rispettivamente Responsabile Dipartimento Sicurezza e Legalità e Responsabile Dipartimento Tutela Territorio, di Fratelli d’Italia, a Viareggio: “Probabilmente il Sindaco, non recepisce la forte preoccupazione dei cittadini, sfoderando grinta solo nei sermoni televisivi quando annunciava forti controlli per il rispetto dei protocolli in periodo di pandemia. Perchè adesso non mostra altrettanto rigore?  Il Sindaco Del Ghingaro, risponde facendo presente l’esiguo numero dei delitti violenti ma la questione della Darsena, vero proseguimento turistico del lungomare, resta da sempre sospesa, nel timore che un troppo evidente presidio delle Forze dell’Ordine, possa dare l’idea di una militarizzazione. Intanto poche notti fa, vi sono state ben due aggressioni a scopo di rapina in pieno centro, ed un cittadino straniero, è stato rapinato in zona Torre Matilde. Vorrei ricordare che la sicurezza in ore notturne, se è doverosamente opportuna in ogni città, lo diventa, ancor di più, nel periodo estivo nelle località turistiche. Se continua questo atteggiamento di lassismo, Viareggio diventerà una sorta di bengodi per la criminalità anche “pendolare”, come scoperto recentemente dalla Polizia. Sindaco del Ghingaro cosa aspettiamo? E’ urgente, un monitoraggio discreto ma continuo delle possibili zone calde, con pattuglie che devono sempre girare, indipendentemente dagli interventi. Urgono poi incentivi ed esortazioni al recupero di case, attività, fondi ed industrie abbandonate che diventano rifugio di sbandati e spacciatori, oltre a collaborazioni con gli istituti di vigilanza privata perchè, al di là dei contratti stipulati coi loro clienti, si assumano l’impegno ad un monitoraggio comune delle aree cittadine, perchè ormai siamo arrivati al culmine, con Viareggio e Torre del Lago, che gridano a gran voce l’intervento delle Forze dell’Ordine. Aggressioni, spaccio, atti vandalici e bivacchi, sono infatti all’ordine del giorno, senza considerare la sporcizia che tali illegalità producono, col conseguente degrado di zone una volta considerate di forte richiamo. I cittadini ed i gestori dei locali non ne possono più. Dopo le restrizioni del covid, Viareggio confida in una stagione di successo turistico, ma con questi episodi di micro criminalità, rischiamo di perderli i turisti, più che di attirarli.  Più volte sia noi come Circolo Viareggio Fratelli d’Italia. che insieme ai cittadini, abbiamo segnalato queste problematiche, ma la risposta è sempre stata la stessa: Viareggio e sicura. Guai a dire il contrario, come se fosse normale e si potesse nascondere il problema come polvere sotto un tappeto. Non è così sicuro che per questa stagione arrivino i previsti rinforzi di Polizia e Carabinieri, quindi dobbiamo gestire la situazione con le nostre forze e mettere in campo la Polizia Municipale. Ad esempio, invece che tenere fermi 3 operatori su una macchina con gli autovelox mobili, potremmo mettere quelli fissi, con le dovute segnalazioni ed i tre operatori potrebbero contribuire a fare prevenzione sul territorio. E’ inammissibile che Viareggio e Torre del Lago siano lasciate all’abbandono, da un’Amministrazione Comunale, che non vuole vedere i problemi reali della città.”

Leave a Reply

  • (not be published)