«Non chi comincia ma quel che persevera…»


Con queste parole leonardesche la curva Fiesole, ha accolto lunedi sera i giocatori della Fiorentina, nello stadio Artemio Franchi, fra mille bandierine colorate di viola, spronandoli fin dall’ inizio contro una Roma reduce da una importante vittoria in semifinale di Conference Legue. E sembra proprio che le parole di Leonardo da Vinci, abbiano funzionato. Infatti nei primi minuti Nico Gonzales, si è procurato un inaspettato calcio di rigore, che ha  trasformato in goal al 5° minuto,  lasciando la squadra avversaria nello stupore e nell’incredulità più totali. La Roma, stanca e svogliata non ha reagito ed I nostri, incoraggiati dal repentino vantaggio, ci hanno riprovato,  riuscendo nel loro intento all’ 11° minuto, con una bellissima palla di Bonaventura, che sembra, finalmente, tornato ad essere il giocatore di prima. Potevamo addirittura finire 3 a 0 perché il nostro Jack, ha provato a fare una terza rete annullata per fuorigioco di Biraghi. La partita, che è terminata sul 2 a 0, ha mostrato la nostra squadra aggressiva e grintosa come quando ha giocato contro il Napoli, in contrasto con una Roma, che forse ha creduto di poterci battere, con troppa facilità, ed ha fatto capire a tutti che anche noi ci siamo e che l’Europa è a portata di mano. Basta crederci. E non importa che l’arbitro abbia ammonito tre nostri  giocatori ed uno solo della Roma e che Dazn, dai commentatori a Carlo Verdone, sembrasse una succursale dei giallorossi, perché noi, a dispetto di chi non ci vuole, siamo ancora la’. Forza ragazzi e sempre forza Fiorentina!

Rita Cuore Viola

Leave a Reply

  • (not be published)