Ieri sera, 21 settembre, alle 20:45 Fiorentina ed Inter si sono viste impegnate in una partita di campionato giocata allo stadio Artemio Franchi.

La Fiorentina comincia subito col gioco aggressivo, infatti al 2º minuto Vlahovic, trova la giocata smarcante per Nico Gonzalez, purtroppo sventata dal portiere nerazzurro Handanovic. Già dai primi minuti di gioco, la squadra Viola, allenata da Italiano prende possesso della metà campo avversaria, con la gestione di palla dell’Inter, che non superava mai la linea centrale. L’Inter di fatto provava a pressare i giocatori Viola per riportare la palla nell’altra metà campo, ma gli ottimi passaggi dei centrocampisti viola, hanno impedito che ciò accadesse, con un visione di gioco sublime. All’ 8º minuto però un errore di Benassi, da la possibilità a Barella, di recuperare il pallone, servendo in mezzo per Dzeko, un ottimo pallone che Dragowski riuscirà a spedire in angolo, poi sprecato da Chalanoglu, con una pessima battuta. Riecco al 10º minuto la Fiorentina all’attacco grazie ad un tiro di potenza di Vlahovic, a seguito di un rimpallo, purtroppo sempre vanificato da Handanovic. A questo punto, parte il contropiede nerazzurro per mano di Barella, sventato da Duncan, con un fallo tattico nei pressi della metà campo. Al 13º minuto Biraghi, si trova la palla fra i piedi, e tenta una conclusione di potenza sventata da Handanovic. Al 18º minuto vediamo Skriniar, protagonista di un fallo ai danni di Nico Gonzalez, punito dall’arbitro con un giallo e con la relativa punizione. Bonaventura a questo punto trova il tiro, ma De Vrij, allontana con il corpo. Al 23º finalmente la Fiorentina si sblocca con un gol di Sottil, a tu per tu con la porta grazie ad una magnifica giocata sulla fascia di Nico Gonzalez, che si porta via due difensori dell’Inter, servendo poi Sottil, sul secondo palo. Arrivano però le proteste dei giocatori nerazzurri per un presunto precedente contatto fra Skriniar e Nico Gonzalez, che costringe l’arbitro a rivedere il gol al Var, che lo ha in seguito convalidato. L’Inter, fa molta fatica a reggere il gioco, e le poche occasioni che gli si presentano vengono sempre sventate dai difensori viola, ma al 30esimo minuto, un fallo di Milenkovic, ai danni di Lautaro Martinez concede una punizione all’inter, con in battuta Chalanoglu, che fortunatamente Dragowski riuscirà a sventare con un’ottima parata. Ancora la Fiorentina, tiene le redini del gioco, ma al 38esimo, arriva un autogol di Nastasic, a seguito della messa in mezzo da parte di Perisic, fortunatamente annullato dal Var, a causa di un precedente fuorigioco dell’esterno interista. Finisce così il primo tempo con un minuto di recupero e con tante azioni consecutive della Fiorentina che per questo primo tempo si è dimostrata superiore chiudendo con l’1 a 0 messo a segno da Sottil. Inizia il secondo tempo e l’Inter sembra aver preso le misure anche se la Fiorentina, sta continuando a tirare da ogni posizione. l’Inter si sblocca infatti al 52esimo minuto, con un’azione che vede protagonisti Dzeko, che serve Barella il quale trova il passaggio chiave per Darmian che angola la conclusione, imprendibile per Dragowski. La Fiorentina crolla moralmente, e l’Inter va a prendere il pallino del gioco ed il controllo del campo trovando al 55esimo, un altro gol, questa volta su calcio d’angolo, finalizzato da Dzeko che la butta dentro con la testa. L’Inter, in tre minuti cambia completamente le sorti della partita, trovando due gol su due azioni consecutive e costringendo la Fiorentina, a inseguire il pareggio, nonostante fino ad allora avesse dominato. La Fiorentina continua ancora imperterrita, a tirare da ogni dove alla ricerca di un disperato gol.
Ecco al 66esimo minuto, i primi 2 cambi da parte della Viola, che fa entrare Amrabat e Odriozola, al posto di Benassi e Torreira non particolarmente al centro dell’attenzione durante tutta la partita. La Fiorentina continua ad attaccare sempre con Nico Gonzalez, ma ormai Skriniar, ha letto il suo gioco, continuando a fermare le sue avanzate. La Fiorentina effettua tiri su tiri fino a quando, al 78º Nico Gonzalez, viene espulso dal gioco, con due gialli di seguito per doppia protesta. Ecco che la Fiorentina si trova veramente in difficoltà, non riesce più a creare occasioni e quell’espulsione, è stata l’inizio della fine trovandosi sotto di un gol ed in inferiorità numerica. Bonaventura all’83º, prova un ultimo assalto disperato verso la porta nerazzurra, fermato da Chalanoglu, con un fallo tattico punito con il giallo. All 84º Italiano, si vede costretto a schierare altri attaccanti, levando dal campo Bonaventura e Duncan, protagonisti del gioco fino a quel momento, per far entrare Kokorin e Callejon, alla ricerca di un gol.
Il sogno della Fiorentina, si infrange purtroppo definitivamente all’87esimo quando Brozovic, trova il gol davanti alla porta su assist di Gagliardini, chiudendo la partita. Negli ultimi tre minuti di recupero la Fiorentina, sembra riprendersi lentamente, ma è ormai troppo tardi per una tentata rimonta, con la partita che purtroppo termina con il risultato di 1 a 3 Decisa nel secondo tempo dopo che la Fiorentina era stata la protagonista della prima frazione di gioco. Da registrare prima della partita uno scontro tra tifosi in Piazza Alberti.

Manfredi

Leave a Reply

  • (not be published)