E’ stato lanciato oggi, il primo numero di un progetto editoriale che farà sicuramente discutere, nel mondo dell’arte e non solo. Si tratta di NFT Magazine, una rivista in formato digitale Nft appunto, che verrà venduta in edizione limitata per il primo numero, di cinquecento copie, che nelle uscite successive saranno portate a settecento e si potrà pagare solamente in Ethereum, la criptovaluta più conosciuta e quotata dopo il Bitcoin, con la formula dell’asta, copia per copia. Le copie invendute saranno eliminate, o meglio “bruciate”, come si definisce in gergo tale operazione, per garantire un maggior valore collezionistico alla rivista. NFT Magazine, tratterà analisi, report e speciali, interamente dedicati ai temi della Digital e Crypto Art, degli NFTs, dei collectibles, delle criptovalute, della fintech e della blockchain. Quello che rende interessante il primo numero di questa rivista che mentre scriviamo, è venduta al prezzo di 0,99 Ethereum, pari a 4.444,90 Dollari, per un totale di 100 copie vendute al momento, è la copertina, opera tutta italiana, in quanto realizzata da Hackatao, pseudonimo di una coppia di artisti e nella vita. Si tratta, infatti, di  Sergio Scalet e Nadia Squarci marito e moglie, lui trentino, lei udinese, conosciutisi a Milano ed ora residenti in provincia di Udine, che sono diventati famosi per i loro Podmorks, creature simili a quelle dei cartoni animati, che hanno riscosso successi di vendita forse inaspettati dagli stessi artisti. Tuttavia una strana coincidenza sembra “benedire” questa coppia. Il loro progetto artistico dei Podmorks, è nato infatti nel 2007, il 16 novembre, la stessa data nella quale nascerà, tre anni dopo la loro figlia Shadi. E adesso la consacrazione nel mondo dell’arte digitale, con la prima copertina, appunto, di NFT Magazine che riportiamo nella foto seguente, che però non ha alcun valore, in quanto non autenticata NFT, quindi inutile scaricarla e stamparla.

Inoltre, occorre stare attenti a sottovalutare il mercato degli NFT, perchè non si tratta di una nicchia marginale, anzi, ormai muove milioni di Dollari. Cercheremo di fare quanto prima un focus proprio su questa forma particolare di investimento artistico, per fare orientare i collezionisti, in quello, che volenti o nolenti, sembra essere il nuovo territorio di frontiera del mondo dell’arte.

Luca Monti

Leave a Reply

  • (not be published)