Dopo il comune di San Vincenzo, commissariato dalla prefettura di Livorno è adesso il turno di quello di Castellina Marittima, per il quale il commissariamento è stato disposto dal Prefetto di Pisa, Dottor Giuseppe Castaldo, che ha nominato Commissario Prefettizio, la Dottoressa Alessandra Petronelli, Viceprefetto Aggiunto, Vice Capo di Gabinetto della Prefettura pisana. Il commissariamento si è reso necessario, a seguito delle dimissioni di sei Consiglieri Comunali, e la Dottoressa Petronelli, svolgerà adesso le funzioni del Sindaco, della Giunta e del Consiglio comunale.

I sei consiglieri comunali, tutti di maggioranza, si sarebbero dimessi per divergenze di opinioni con l’ormai ex, sindaco, Manolo Panicucci, che controbatte sostenendo che le dimissioni in massa di tutta la maggioranza tranne uno, siano state solo una mossa politica per fare cadere la sua giunta, e dichiarandosi pronto a ripresentarsi alle prossime elezioni che dovrebbero svolgersi tra settembre ed ottobre, in concomitanza con quelle degli altri comuni, regolarmente in scadenza. Non sappiamo cosa sia successo a Castellina Marittima, ma ci sembra poco verosimile la versione del sindaco, perchè sei consiglieri di maggioranza su sette, non hanno bisogno di dimettersi per far cadere una giunta comunale, basta che votino sempre contro ed il gioco è fatto, quindi ci dev’essere altro, dietro questo caso politico, che ci preoccupa e non poco, perchè due comuni abbastanza vicini, anche se ricadenti su Province diverse, che vengono sciolti, a distanza di poco tempo, uno per indagini sul sindaco, l’altro per dimissioni di massa della maggioranza consiliare, rappresentano un segnale inquietante sullo stato delle istituzioni locali in Toscana.

Leave a Reply

  • (not be published)