Qualche tempo fa, Abbiamo contestato politicamente le dichiarazioni del Consigliere Comunale di Sinistra Progetto Comune, Dimitrji Palagi, riguardo i bus turistici in rapporto a quelli dei pendolari, durante una manifestazione di questi ultimi contro i disservizi di Autolinee Toscane. Il Consigliere ci ha contattati, per spiegarci meglio la sua posizione, che egli ritiene essere stata da noi malcompresa. La cosa ci fa molto piacere, perché un politico che chiede di spiegare la propria posizione, peraltro in modo estremamente educato, è davvero raro e da apprezzare, ma soprattutto perché il confronto e il dialogo, sono fondamentali per la comprensione e la conoscenza reciproca, che portano sempre buoni risultati. Ecco dunque cosa ci ha detto Dimitrji Palagi: “Non posso dire di non aver pronunciato la frase da voi riportata dopo quella manifestazione, ma ritengo non sia stata compresa e mi piacerebbe poter dare la mia interpretazione. Quando, infatti, mi riferivo ai presunti privilegi dei bus turistici, rispetto a quelli dei pendolari, mi riferivo al posizionamento dei punti di carico e scarico dei turisti, che a volte sono più vicini al centro rispetto al terminal di Piazzale Montelungo e dunque i pendolari, appaiono in questo senso svantaggiati. Per il resto so benissimo che i bus turistici, sono soggetti ad una tassazione elevata, ma questo è un discorso che richiederebbe un approfondimento apposito. Per quanto riguarda invece, la proposta da voi sviluppata nell’articolo, vale a dire quella di riunire tutti i terminal di bus extraurbani a Villa Costanza, né io, né il mio Gruppo Consiliare siamo contrari, ma occorrerebbe capire se questo accorpamento potrebbe portare a sforare il rapporto chilometrico ed orario delle corse, sul quale si basa il contratto tra Regione ed Autolinee Toscane. Ecco perché si potrebbe valutare la possibilità di realizzare un altro terminal, sul modello di Villa Costanza, a Firenze Sud, così da avere una maggiore garanzia di rispetto di questo vincolo purtroppo esistente.”

Ringraziamo Dimitrij Palagi e restiamo a disposizione sua e di chiunque altro, di qualsiasi idea politica, abbia voglia di dire qualcosa, o di replicare, come in questo caso, ai nostri articoli perché questo è un giornale libero, che crede nei valori veri della democrazia ed è pronto ad accogliere le opinioni di tutti.

Luca Monti

Leave a Reply

  • (not be published)