Alessandro Draghi, Consigliere Comunale di Fratelli d’Italia, irrompe con forza nel dibattito politico sulla questione dei licenziamenti alla Gkn, che ormai ha assunto rilevanza nazionale.

Ph.Ansa

In un comunicato stampa, Draghi infatti, lancia due inviti a compiere gesti molto forti simbolicamente. Da un lato, chiede al Sindaco Dario Nardella, di dichiarare Simon Peckham, amministratore delegato del fondo Melrose proprietario della fabbrica di Campi Bisenzio, persona sgradita a Firenze e dall’altro lato, invita la Federazione Italiana Gioco Calcio, a sospendere come sponsor della nazionale, neo Campione d’Europa la FCA. Ecco il testo del comunicato: “Non si può rimanere insensibili e le frasi di circostanza sono superate da venerdì scorso quando 422 lavoratori della GKN, come un fulmine a ciel sereno hanno ricevuto una mail che comunicava che erano stati licenziati. L’amministratore delegato del fondo Melrose, proprietario della fabbrica di Campi Bisenzio, nel 2018, dichiarò al Sunday Times, che la sua intenzione non fosse di “spogliare” nè di speculare sulla nuova acquisizione, lungamente contestata dai sindacati e da esponenti politici inglesi. “ Sono solo sciocchezze” ribadiva, infatti, a chi mostrava pregiudizi nei suoi riguardi tacciandolo di essere uno “squalo della finanza”, ed ancora “siamo interessati al miglioramento operativo”, rispondeva mentendo, ai detrattori dell’operazione. Proprio per questo, chiederò che il Comune dichiari “persona non gradita” il manager che ha chiuso due fabbriche cancellando 1000 posti di lavoro, qui a Firenze ed a Birmingham. Abbiamo poi depositato lunedì scorso, anche una risoluzione che invita la FIGC, a sospendere come sponsor della nazionale di calcio la F.C.A. fino al ritiro delle lettere di licenziamento per i lavoratori della GKN. La Fiat infatti, non può infischiarsi della condizione dei suoi terzisti e se vuole vantare ancora l’italianità dei suoi prodotti, deve pretendere che le componenti siano prodotte sul suolo nazionale.”

Leave a Reply

  • (not be published)