Gira già in rete la battuta “Amrabat cicì Kokorin”, che gioca sui cognomi di due giocatori Viola, l’ultimo dei quali, appena arrivato dalla Russia, alla corte di Prandelli. Certo questa volta Pradè, si è assunto davvero una grossa responsabilità, andando a pescare questo attaccante russo spesso infortunato, anche di recente. Aleksander Kokorin, ha ventinove anni ed è un attaccante che può fare sia la prima che la seconda punta. Fabio Capello, stravede per lui, tanto da averlo convocato, sia ai Mondiali del 2014, che agli Europei del 2016.

Il giocatore in questione, fuori dal campo risulta un personaggio alquanto bizzarro, finendo, addirittura, in carcere, nel 2018, per aver aggredito un funzionario russo. In passato abbiamo già avuto, qualche “svalvolato” con la maglia della Fiorentina e penso al talentuoso Edmundo, ed a quello che veniva definito dai tifosi Viola “il Fenomeno”, vale a dire Adrian Mutu, e non ci meravigliamo quindi, di vedere giocare col numero 91 sulle spalle “Sacha” Kokorin, a cui tocca, adesso, smentire con le sue prestazioni sul campo, tutti gli scetticismi sul suo conto.

Luciano Camilli – L’Esteta del Calcio

Leave a Reply

  • (not be published)