La congiunzione astrale attuale, configura l’ipotesi di una grande crisi energetica, almeno per l’italia.

Con l’arrivo di ottobre, abbiamo infatti, un’eggregore negativa che dovremo convertire in positivo e non sarà di certo facile. Si tratta, infatti, di una situazione difficile ed occorre lottare unendo tutte le energie individuali possibili, per moderare questa eggregore negativa.
Urano in toro, che rappresenta la finanza, insegue infatti, una quadratura con Saturno, tra i 18 gradi del Toro e i 18 dell’Acquario, entrambi poi retrogradi, che tenderanno a creare una crisi economica. E’ da notare che Urano e Saturno, si inseguono in questa fastidiosa quadratura, dalla fine del 2021. L’eclissi in toro del 30 aprile scorso, inoltre, si protrae sino al prossimo 26 di ottobre, periodo in cui si genera un’altra eclissi di sole in scorpione, con ancora opposizione ad Urano. Questo ci fa capire che, oltre tutto, certe difficoltà energetiche non vengono gestite bene. Forse certi interessi di alcune multinazionali, hanno limitato certe autonomie all’Italia. C’è chi lavora per la collettività, infatti, ma anche chi lavora solo per un proprio tornaconto. Il toro è l’economia mondiale e nell’eclisse del 25 ottobre 2022 l’ascendente in capricorno, il cui signore Saturno è messo male, non aiuta se non gestiamo bene o non sappiamo come affrontare, certe situazioni. Sicuramente potranno emergere cose ambigue e poco chiare.

Fabio Borghini

Leave a Reply

  • (not be published)