Oggi pomeriggio, si e’ svolto a Bologna, un corteo di auto, per protestare contro le politiche restrittive del Governo Conte.

A partecipare, oltre a numerosi Cittadini comuni, che hanno aderito tramite passaparola, anche tassisti e furgoni di aziende di catering.

Lo scopo del corteo era bloccare la città con le auto, creando disagio, per risposta ad un disagio molto peggiore, secondo gli organizzatori, vale a dire il blocco dell’economia, provocato dalle politiche governative contro l’emergenza sanitaria.

Il corteo si e’ dipanato, scortato dalle auto della Polizia, visto che era stato autorizzato dalla Questura felsinea, lungo le maggiori arterie cittadine, dove, ai principali incroci erano stati esposti degli striscioni esplicativi del senso della protesta.

Aldila’ della manifestazione specifica, non possiamo non riscontrare come, ormai ogni giorno, in tutte le citta’ d’Italia, si svolgano proteste, in svariate forme, contro le politiche del Governo, che forse dovrebbe iniziare a pensare, di modificare tali politiche, in senso meno restrittivo, per permettere la sopravvivenza delle attivita’ economiche, perche’ sopravvivere al virus in un deserto sociale ed economico potrebbe, alla fine essere addirittura inutile.

Leave a Reply

  • (not be published)