Il 16 gennaio del 1688, l’abate benedettino Pierre Dom Perignon, inventò nelle cantine dell’abbazia di Hautvilliers, lo champagne, utilizzando per la prima volta, con uve nere, la tecnica enologica che continua ad essere la caratteristica di questo vino, la cui maggior casa produttrice, oggi proprietaria dell’abbazia, ha preso come marchio, proprio il cognome dell’inventore, vale a dire Dom Perignon, al quale ha anche dedicato un monumento all’interno del complesso monastico, dove avvenne quella prima vinificazione.

Insomma il mito dello champagne, che evoca il lusso, paradossalmente, è nato in ambito monastico, quindi votato ad uno stile di vita parco e sobrio.

Leave a Reply

  • (not be published)