Dragowski 4 (Il meno in palla)
Rinvia un pallone sui piedi di Lobotka e causa il pareggio avversario, oltre a farsi espellere, dopo un’uscita a vuoto sul finire del primo tempo: non un grande rientro.
Venuti 7-
Non preciso in occasione dell’espulsione di Dragowski, anche se la colpa è principalmente dell’estremo difensore viola, ma nei tempi supplementari si regala la seconda gioia stagionale con un preciso destro al volo che si insacca nell’angolino e fornisce anche l’assist per il 4-2 momentaneo firmato Piatek.
Nastasic 6
Torna titolare dopo mesi e fa una partita tranquilla, di ordinaria amministrazione, lasciando poco spazio agli attaccanti del Napoli: sbaglia solo al 95′ facendo passare un pallone velenoso che arriva nei piedi di Petagna che porta la partita ai supplementari. Senza quell’errore avrebbe meritato anche di più. (Dal 90′ Igor 6. Entra quando il Napoli è già in 9 e non corre pericoli. Si limita a far girare il pallone.)
Milenkovic 6.5
Colpisce la traversa nel primo tempo e va vicino al gol anche nei supplementari. Nel suo ruolo da difensore invece centra l’obiettivo: prova a rimediare sull’errore di Dragowski e per poco non ci riesce e nel corso della partita si fa sempre trovare pronto. Torna ad alzare il muro viola.
Biraghi 7
La pennellata che bacia il palo e si insacca vale il prezzo del biglietto. In fase difensiva soffre un po’ Politano, ma tutto sommato riesce a cavarsela. Bravo anche in fase di impostazione.
Duncan 5.5
Rimedia un giallo che lo condiziona e non entra mai veramente in partita: la sostituzione, a seguito dell’espulsione di Dragowski, è una logica conseguenza. (Dal 45′ Terracciano 6. Su Petagna non può niente, per il resto è chiamato poche volte in causa, se non sulla spaccata di Demme alla quale risponde con una parata attenta. Salvato dal palo più tardi quando Lozano calcia verso la porta.)
Torreira 6.5
Torna a far girare il pallone a centrocampo come solo lui sa fare in questa squadra. Lucido nelle scelte, preciso con i piedi. È tornato il Lucas che conosciamo dopo la prestazione opaca di Torino.
Castrovilli 6
Niente di eccezionale nella sua prestazione, ma è da lodare il sacrificio in fase difensiva, soprattutto quando Italiano è costretto a cambiare assetto tattico nel secondo tempo.(Dal 90′ Bonaventura 6. Entra per amministrare il risultato e per far girare il pallone.)
Nico Gonzalez 6.5
Un po’ impreciso negli ultimi metri, ma il primo gol nasce da una grande apertura per Saponara, il secondo gol da una punizione conquistata da lui e infine causa l’espulsione di Lozano. Incide pesantemente nel risultato finale, nonostante debba migliorare negli ultimi metri. Per il resto della partita corre e si prende tanti falli. (Dal 90′ Ikonè 6+. Ha l’occasione per segnare il 3-1, ma l’arbitro ferma clamorosamente l’azione per espellere Fabian Ruiz. Nei tempi supplementari si fa vedere spesso al limite dell’area e mette l’assist per il gol del 5-2 di Maleh.)


Vlahovic 7.5 (Il più in palla)
Il migliore in campo per due motivi: per il gran gol, nato da un movimento da grande attaccante, e per il sacrificio nel secondo tempo. Impegna Ospina anche in un’altra occasione prima del momentaneo 1-0. Leader vero. (Dal 73′ Piatek 6.5. Tocca pochi palloni, ma uno di questi lo mette in porta: il pistolero è tornato.)
Saponara 6.5
Si vede che è ispirato sin dai primi minuti: mette un grande assist per Vlahovic. Viene tolto per dare più copertura. (Dal 45′ Maleh 7. Il suo ingresso cambia la partita. Dà grande intensità al centrocampo viola, vitale visto l’uomo in meno: corona la sua ottima prestazione con l’assist per Venuti e il gol del definitivo 5-2.)
Italiano 7
La sua squadra reagisce dopo il tracollo di Torino e l’immagine di lui che carica la squadra nel tunnel del Maradona è la chiara immagine di quanta grinta trasmetta ai suoi ragazzi. Pesca bene dalla panchina e interpreta benissimo la partita anche in inferiorità numerica. Per chi avesse dubbi dopo quest’ultima partita, mister Italiano ha dato la risposta alle critiche.

Jacopo Massini

Il nostro collaboratore Jacopo Massini

i

Leave a Reply

  • (not be published)