Si sono registrati ieri due movimenti carcerari legati al medesimo caso giudiziario, quello del crac del Credito Cooperativo Fiorentino, che ha visti condannati, in via definitiva, due personaggi illustri, Denis Verdini, e Riccardo Fusi. Il primo, detenuto a Rebibbia, dove si era costituito, è stato posto, ieri, agli arresti domiciliari, a Firenze, a causa delle sue precarie condizioni di salute, giudicate incompatibili con la detenzione, anche per la diffusione del coronavirus all’interno del penitenziario romano, mentre il secondo, si è, sempre ieri, costituito nel carcere di Massa. Siamo convinti che la messa ai domiciliari di Denis Verdini, dopo tre mesi dalla sua costituzione in carcere, il 3 novembre scorso, scatenerà polemiche, anche politiche, visto il peso del personaggio in tale ambito, delle quali siamo pronti a riferirvi.

Leave a Reply

  • (not be published)