Ha molto impressionato l’opinione pubblica cittadina la vicenda dell’arresto di una donna senza mascherina in centro, operato ieri, 25 ottobre, dalla Polizia Municipale, con grande schieramento di forze, e tra le critiche dei passanti, come testimoniato dai video girati in diretta dai telefonini dei presenti, da noi pubblicati ieri, che hanno invaso i social in pochissimo tempo, e che qui ripubblichiamo.

La vicenda della signora arrestata ieri, fa il paio con quella di senso opposto, di circa un mese fa, che ha visti protagonisti, ancora una volta gli agenti della Polizia Municipale fiorentina, stavolta in Piazza Santo Spirito, e della quale furono anche in quel caso girati dai presenti dei video, che pubblichiamo qui per diritto di cronaca.

Nell’evento in questione, più grave di quello di ieri, per la piega che avrebbe potuto prendere, gli agenti della Municipale, non intervennero, ne’ chiamarono rinforzi di fronte ad una rissa tra giovani sul sagrato della basilica. Allora una serie di domande ci sorge spontanea: esistono delle regole d’ingaggio da parte degli agenti di Polizia Municipale, in presenza di episodi che richiedono un loro intervento che vada aldilà della semplice contravvenzione al Codice della Strada? E se esistono, gli agenti ne sono a conoscenza? E tali regole variano da soggetto a soggetto, o sono sempre le stesse? Esistono dei corsi di formazione in tal senso? Insomma, vorremmo chiarezza, non solo per noi, ma per tutti i Cittadini sulle funzioni sanzionatorie della Polizia Municipale, e sulla formazione operativa dei suoi agenti. Speriamo che il Sindaco Dario Nardella, apra un fascicolo sull’argomento, alfine di migliorare il servizio di pubblica sicurezza, svolto, appunto, dalla Polizia Municipale, prima che lo scollamento tra la popolazione e questo corpo assuma dimensioni più ampie rispetto alle già dure, e per certi versi scontate polemiche che i due eventi succitati hanno scatenato, e certamente scateneranno anche nei prossimi giorni.

Luca Monti

Leave a Reply

  • (not be published)