Nel 1506, Baccio d’Agnolo, iniziò a costruire un camminamento intorno alla base della cupola del Duomo. Il progetto si interruppe nel 1516 quando, dopo aver completato il primo degli otto lati, l’illustre architetto ricevette una critica pesante da parte di Michelangelo, che disse riguardo ad esso: “Sembra una gabbia per grilli.”

Non sappiamo se Baccio d’Agnolo, si offese per questa critica e perciò abbandonò il progetto, o se esso venne bloccato dalle autorità dell’epoca magari per altri motivi, ipotesi quest’ultima per la quale propendiamo ma quella che è rimasta indelebile nella tradizione fiorentina, è la frase michelangiolesca, che rappresenta un vero capolavoro di satira. Per la cronaca la “Gabbia per grilli”, è tuttora riconoscibile, essendo l’unico lato dell’ottagono della cupola, completato in marmo ed il miglior punto di osservazione della stessa, è dall’affaccio di Via dell’Oriuolo, su Piazza del Duomo.

Luca Monti

Leave a Reply

  • (not be published)