Ieri, sabato 18 settembre, si è tenuta la festa della Curva Fiesole all’Ultravox alle Cascine.

La cosa che ha stupito molto tutti, è stato il grande afflusso di gente che ha permesso di ricreare un ambiente molto simile allo stadio, con utilizzo di fumogeni, intonando cori e facendo scoppiare petardi, sapendo intrattenere così, anche le persone meno legate alla Fiorentina.

Spettacolari sono state poi le vere e proprie coreografie, che hanno saputo coinvolgere tutti.

Possiamo davvero dire che tutto è stato organizzato bene ed infatti è stata una vera e propria festa, con banchini organizzati dove poter prendere il cibo altri dove poter prendere da bere ed altri ancora dove poter acquistare gadget e magliette dei vari gruppi di tifosi.

Ma importante è stato soprattutto il poter seguire insieme la Fiorentina, su un maxischermo posizionato all’interno dell’anfiteatro Ernesto De Pascale allestito anch’esso con striscioni riguardanti la Curva Fiesole, appesi sopra le tribune, dalle quali le persone hanno potuto assistere alla partita di Marassi, contro il Genoa, giocata il giorno stesso alle ore 15 e vinta per 2 a 1.

Ci sentiamo di dover fare un complimento anche ai ragazzi del gruppo “Euro Tunz” che si sono offerti di fare un concerto, come avevano già fatto due volte in passato, in occasione di altre feste della Curva, intrattenendo tutti i partecipanti alla serata, che infatti si sono cimentati in cori e canti tutti assieme, anche grazie alla rivisitazione di alcuni pezzi degli anni ’90 riadattati con i cori della Fiesole, proprio dagli Euro Tunz.

A questa festa però non erano presenti solo ed esclusivamente tifosi Viola ma anche tutti i capi ultrà, delle tifoserie gemellate, assieme a tanti tifosi delle squadre stesse, tra le quali: Torino, Hellas Verona, Sporting Lisbona e Catanzaro, rendendo questa giornata, ancora più particolare e dandole l’aspetto di una festa in famiglia.

Manfredi e Lorenzo

Leave a Reply

  • (not be published)