L’anno scorso, si erano verificati degli allagamenti, all’Antella, che avevano costretto ad evacuare una famiglia dalla propria abitazione per una settimana.

Secondo il Comune di Bagno a Ripoli, la colpa di tali allagamenti, era da addebitare ai lavori per la terza corsia dell’A1, ad opera di Autostrade, ed il Sindaco ripolese, Francesco Casini, aveva emesso un’Ordinanza che obbligava l’azienda, al risarcimento dei danni ed alla messa in sicurezza idraulica dei cantieri, attraverso la regimazione delle acque. Autostrade aveva fatto ricorso al Tar, con relativa richiesta di sospensiva dell’Ordinanza Comunale, sostenendo viceversa che la responsabilità fosse del Comune, che non avrebbe ammodernato la rete fognaria, per renderla efficente a sopportare anche il flusso delle acque di cantiere. Il Tar, che non aveva concesso la sospensiva, con Autostrade che quindi aveva già iniziato a mettere in regola i propri cantieri, due giorni fa, ha emesso la propria sentenza, che ha dato ragione al Comune di Bagno a Ripoli. Il Sindaco Francesco Casini, ha auspicato che, oltre al pagamento dei danni subiti dai Cittadini, le operazioni di regimazione delle acque di cantiere vengano realizzate in tempi brevi, così da mettere al sicuro l’Antella, da nuovi allagamenti.

Leave a Reply

  • (not be published)