Il 23 novembre scorso, sono stati consegnati i premi TopLegal Awards 2021 che da quindici anni, designano i migliori studi legali italiani dedicati alle aziende, secondo le rispettive specializzazioni.

Nella categoria “Lavoro”, il premio è andato allo studio legale milanese Lab Law Rotondi e Partners, guidato da Francesco Rotondi. A scatenare la polemica, non è il premio e neanche chi lo ha vinto, ma la motivazione per la quale è stato assegnato. Lo studio legale vincente, infatti è quello che ha aiutato la Gkn, nella “pratica” di licenziamento dei 430 lavoratori via email che ha tenuto banco per mesi nelle cronache e nelle agende politiche ed è stato premiato proprio per questa sua performance. Ad aggravare la situazione ci si è messo, anche lo studio stesso, che dopo aver ricevuto il premio, lo ha pubblicizzato con orgoglio professionale sui propri social riportando anche la motivazione, che a molti è risultata quantomeno inappropriata, specialmente se associata ai valori portati aventi dallo studio legale e con l’auspicio di raggiungere traguardi sempre più alti, magari a scapito di altre centinaia o migliaia di lavoratori, visto che i records sono fatti per essere superati.

Era evidente che tale post, non poteva passare inosservato ed infatti, non è mancata la presa di posizione sempre via social, del Collettivo di Fabbrica della Gkn, che riunisce i lavoratori in lotta. Ecco il testo del post del Collettivo: «A noi pare che contro la Fiom di Firenze avete perso non uno ma due articoli 28. Comunque la fabbrica ad oggi non è chiusa, e per quanto ci riguarda abbiamo avuto modo di apprezzare la vostra discutibile presenza in sede sindacale dove non ci sembra abbiate tenuto testa a quattro operai in croce nell’assistere un liquidatore in sede sindacale senza nemmeno forse sapere che forma hanno i nostri semiassi. Firmato: i vostri 430 esuberi circa». Ancora più duro è stato sulla questione, il Sindaco di Firenze, Dario Nardella, in un suo breve ma efficace post sempre sui social: «Non so voi, ma io sono davvero disgustato». Ancora non risulta pervenuta invece, la reazione social o a mezzo stampa, del Presidente della Regione Eugenio Giani. Ci fa piacere sapere che anche Nardella, è rimasto in qualche modo basito, di fronte ad una simile caduta di stile da parte di uno studio legale, ma ci piacerebbe di più sapere che il Sindaco, si è attivato, in modo forte e chiaro presso gli esponenti del suo partito, il Pd, che è forza di governo, per risolvere davvero, attraverso una legge antidelocalizzazione, la situazione della Gkn e di altre aziende gestite da multinazionali che potrebbero presto seguirne l’esempio, spinte da uffici legali, che mettono al centro dei propri valori i licenziamenti via email, assestando un vero schiaffo all’etica sociale e vantandosene pure.

Luca Monti

Leave a Reply

  • (not be published)