Nel grande movimento di protesta delle categorie economiche contro le politiche di gestione della crisi scaturita dall’emergenza sanitaria, non ci sono solo i ristoratori, che hanno monopolizzato le scene mediatiche col loro viaggio a piedi a Roma lungo la Via Francigena, ma tutte le Partite Iva come tiene a sottolineare Massimo Gervasi, presidente di Apit, associazione delle partite Iva, appunto, che da Toscana, è diventata nazionale, ed ha deciso di aderire a Co.Na.Piv, una confederazione nazionale, in difesa delle categorie produttive.

Anche una rappresentanza di Apit e Co.Na.Piv era presente a Montecitorio, venerdì 13 novembre, per dare il proprio contributo di idee, alla ricerca di soluzioni per la difficilissima situazione sociale ed economica che stiamo vivendo.

Leave a Reply

  • (not be published)