Dopo la medaglia d’argento nella 4 x 100 stile libero di nuoto, della quale il principale protagonista, e’ stato il 27enne fiorentino Lorenzo Zazzeri, un altro atleta toscano, il livornese Aldo Montano, mostro sacro della scherma, che conquista, a quasi 43 anni ed alla sua quinta Olimpiade, un altro argento nella sciabola a squadre, insieme ai compagni Enrico Berre’, Luca Curatoli e Luigi Samele.

Possiamo definire Aldo Montano, il re della scherma, non solo per la sua partecipazione appunto a ben cinque Olimpiadi, tanto che verrebbe da dire che i cinque cerchi olimpici li ha percorsi tutti, ma anche in considerazione del fatto, che è il rappresentante attuale, di una vera e propria dinastia di schermidori. Ottant’anni fa, infatti, fu il nonno anche lui di nome Aldo, a partecipare alle Olimpiadi alle quali in seguito, parteciparono anche il padre Mario Aldo e tre cugini. Insomma il Paese del Sol Levante, che vanta la tradizione schermistica dei Samurai, si inchina al re della scherma moderna, sua maestà Aldo Montano, da Livorno.

Leave a Reply

  • (not be published)